martedì 31 gennaio 2017

Rimedi naturali per i malesseri più comuni!

Ecco una guida ai rimedi naturali di pronto impiego. Ti aiuterà a realizzare una
piccola farmacia domestica per affrontare e risolvere con dolcezza i malesseri più comuni.

Ansia e nervosismo
I rimedi. Punta su due piante: melissa, dal notevole effetto rilassante, e biancospino, che grazie soprattutto alla vitexina (un flavonoide), ha un’azione sedativa. Questo lo rende particolarmente indicato per chi soffre di ansia accompagnata da extrasistoli, quella fastidiosa sensazione di battito irregolare che fa temere una malattia cardiaca, mentre in genere è solo una conseguenza dell’agitazione.
Come assumerli. Sotto forma di tintura madre (meglio se in associazione, per potenziare l’effetto del trattamento). Bastano 10 gocce di ogni rimedio in un po’ d’acqua tiepida, da assumere per 3 volte al giorno, dopo i pasti, finché non noti un miglioramento dei sintomi.

Cefalea
Il rimedio. In caso di cefalea muscolo-tensiva, il tipo più diffuso è dovuto, probabilmente, a un irrigidimento dei muscoli cranici (come quando mantieni la stessa posizione per lungo tempo), è molto utile il crisantemo americano: È una pianta conosciuta, in genere, come protettrice del fegato, ma è anche in grado di rilassare la muscolatura.
Come assumerlo. La dose consigliata è di una, al massimo 2 capsule al giorno, da assumere quando compare il dolore.

Problemi di stomaco e nausea
I rimedi. Se soffri di acidità, procurati in erboristeria o nei negozi di prodotti naturali del succo puro di aloe. È particolarmente ricco di mucillagini, che agiscono da tampone degli acidi in eccesso. Se invece hai esagerato con i cibi grassi e avverti un senso di nausea, puoi attenuarla con l’aiuto di piante che favoriscono la produzione di bile e stimolano fegato e cistifellea, come rafano e carciofo (che è anche ricco di cinarina, una sostanza digestiva).
Come assumerli. Contro l’acidità bevi 1 cucchiaio di succo d’aloe prima di colazione e 1 prima di cena, finché non noti miglioramenti. Per la nausea, invece, puoi prendere 10 gocce di tintura madre di carciofo e altre 10 di rafano, sciolte nel succo di mezzo limone riscaldato.

Raffreddore
Per il naso chiuso: i fumenti funzionano sempre, ma invece di versare nell’acqua bollente bicarbonato o oli essenziali, metti a mollo delle pigne (sprigionano aromi balsamici che sciolgono il muco), qualche foglia di salvia (dall’effetto espettorante) e un rametto di rosmarino (contiene carnosolo, che agisce da antisettico delle vie aeree).
Per la tosse grassa: fai bollire insieme latte, un paio di foglie di salvia sminuzzate, una puntina di peperoncino, un chiodo di garofano e un pezzetto di cannella. Dopo 2-3 minuti filtra e dolcifica con un cucchiaio di miele di castagno. Quindi, bevine 1 tazza appena sveglio e un’altra prima di coricarti.

Mal di schiena
I rimedi. Boswellia e mirra sono soluzioni naturali particolarmente indicate. La prima è ricca di acidi boswellici, che svolgono una potente azione antinfiammatoria e analgesica. La seconda è una resina che ha gli stessi meccanismi di azione della morfina: agisce stimolando i recettori del cervello sensibili agli oppiacei, e questo le conferisce un buon effetto anestetico e antidolorifico. Molto efficace per le infiammazioni e i dolori alla schiena è anche il peperoncino, o meglio, la capsaicina, la stessa molecola responsabile del suo sapore piccante. Una volta applicata provoca una leggera infiammazione della pelle, con un afflusso di sangue e una sensazione di calore locale che agisce da antinfiammatorio e riduce la tensione muscolare.
Come assumerli. La boswellia è disponibile in compresse (1 a metà mattino e 1 prima di coricarti) o come tintura madre (3 somministrazioni giornaliere di 20 gocce ciascuna, sciolte in acqua). Una pomata erboristica a base di mirra o peperoncino può essere usata localmente 2 o 3 volte al giorno, al bisogno, massaggiando la parte dolente.

Mal di gola
Il rimedio. Puoi contrastarlo in modo efficace con la propoli, una resina prodotta dalle api. È molto apprezzata come potente antibiotico e antivirale naturale, ottimo soprattutto per le infezioni del cavo orale.
Come assumerlo. Sotto forma di spray (che ha un’azione decongestionante e rinfrescante immediata e crea un film di protezione sulle mucose), fino a 4-5 nebulizzazioni al giorno, da spruzzare direttamente in gola già a partire dai primi sintomi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...