martedì 9 agosto 2016

La menopausa: Ascoltiamo i sintomi e i messaggi del nostro corpo per ritrovare il benessere!

I problemi tipici della menopausa, come le vampate o il cattivo umore, non sono i segnali dei cambiamenti del corpo. Parlano anche della tua paura, più o meno dichiarata, di entrare in una fase di declino. Tutti i sintomi, in generale, hanno un significato simbolico, sono messaggi che l'organismo lancia per far riemergere nodi irrisolti o negati del tuo io interiore. Oppure sono il riflesso di aspetti emotivi emergenti.

Eccone quattro:

Vampate di calore: Hai paura di perdere la bellezza
Il messaggio simbolico. Il timore di diventare "brutta" impedisce alla tua energia di fluire liberamente. Perciò, si crea una specie di "incendio emotivo" nella parte più alta del corpo che non riesce a disperdersi verso il basso come dovrebbe. Ecco perché cerca una via di sfogo attraverso le vampate di calore.

Il consiglio vincente. Hai bisogno di disperdere il fuoco interiore e riconquistare la stabilità. Quando sei in casa, perciò, cammina scalza il più possibile e balla. Perfette le danze tribali e le marce, proprio perché favoriscono la pressione dei talloni sul terreno, aiutano a riprendere un contatto con la terra e, quindi, con le proprie radici. Se questi balli non ti appassionano più di tanto, prova a fare qualche giro di samba: non c’è niente di meglio per liberare tutta la tua sensualità.

Un aiuto in più. Puoi ricorrere a Sclerantus, un fiore di Bach utile a fare ritrovare l'equilibrio: 4 gocce sotto la lingua, quattro volte al giorno, lontano dai pasti. Non lavarti i denti con un dentifricio alla menta, che ne annulla tutti i benefici.
--------------------------------------------------
Irritabilità e nervosismo: Non ti arrendi ai cambiamenti
Il messaggio simbolico. Inconsapevolmente, sei arrabbiata perché non accetti i cambiamenti imposti, per ordine naturale, dalla menopausa: i ritmi più lenti, la minor energia fisica. Questo crea un blocco dentro di te che non riesce a sciogliersi e che, quindi, innesca uno stato di continuo nervosismo.

Il consiglio vincente. Quando ti senti tesa, siediti in una stanza silenziosa, stacca il cellulare e chiediti: "Cosa mi rende così nervosa?". Poi, rispondi per iscritto a questa domanda, con la mano non dominante (la sinistra se usi la destra e viceversa). Scrivere su un foglio con la mano non dominante dà la possibilità alla tua parte bambina, che ha paura di essere abbandonata o di non essere accettata, di esprimere il suo sentire perché è legata alla parte del cervello che non controlla le emozioni. Probabilmente, traccerai solo delle lettere poco decifrabili, ma darai voce a vecchie sofferenze che sono alla base delle alterazioni del tuo stato emotivo. Poi, appallottola il foglio e brucialo, per "liberarti" dalle sofferenze.

Un aiuto in più. Contro gli scatti di rabbia, prova a calmarti con il fiore di Bach Cherry Plum. Dosi: 4 gocce, sotto la lingua, quattro volte al giorno, lontano dai pasti.
--------------------------------------------------
Secchezza vaginale: Vivi il sesso come dovere
Il messaggio simbolico. Magari è un problema che hai già avuto durante l'età fertile, ma che con la menopausa si è acutizzato. Ora, poi, ti senti poco attraente e femminile perché non sei più fertile e ancor più vivi la sessualità come un ennesimo dovere. Insomma, su questo fronte sei congelata.

Il consiglio vincente. Un bagno profumato prima di andare a dormire, una camicia da notte di seta sono piccole attenzioni verso te stessa che "nutrono" la tua femminilità e la voglia di essere seduttiva. Nello stesso tempo, confrontati con il partner ed esprimigli il desiderio di riscoprire, insieme a lui, una nuova intimità, con una maggior ricerca del piacere reciproco. Non sei proprio abituata a esprimere i tuoi desideri erotici? Scrivili su foglietti, metteli in una scatola "segreta", poi proponi al tuo lui di estrarne uno e di realizzarlo insieme. È un gioco malizioso che rafforza l’intesa sessuale e la complicità di una coppia, finalmente libera di fare l’amore senza preoccuparsi di prendere precauzioni contraccettive.

Un aiuto in più. Rock Water è il fiore di Bach che ti viene in soccorso nei casi di eccessivo controllo. Prendine sempre 4 gocce, sotto la lingua, quattro volte al giorno, lontano dai pasti, e vedrai che ti sarà facile lasciarti andare alle carezze.
--------------------------------------------------
Ossa più fragili: Non ti senti stimata
Il messaggio simbolico. Una volta è la caviglia storta, un’altra il polso lussato... Insomma, basta un colpo e ti rompi qualcosa. La fragilità ossea è spesso la spia di una insoddisfazione: colpisce le donne che non si sentono riconosciute sul lavoro o quelle che hanno passato una vita a soddisfare marito e figli, senza mai un "ritorno" personale. Oppure, di chi è sempre stata sempre nelle regole, dimenticandosi di se stessa.

Il consiglio vincente. È il momento giusto per tirare fuori un po' di sana "assertività": impara a dire di no e, se ti senti schiacciata dagli altri, esprimi la tua opinione anche a muso duro. Esercita l'autorevolezza esprimendo le tue decisioni e convinzioni non solo con le parole, ma anche con il corpo: guarda l'interlocutore negli occhi, per esempio, mantieni una posizione eretta, facendogli capire "che sai il fatto tuo e che non vuoi farti mettere i piedi in testa".

Un aiuto in più. Il fiore di Bach migliore è Holly: ti aiuta a fare emergere la rabbia, smettendo così di continuare a reprimerla. Le dosi: 4 gocce sotto la lingua, quattro volte al giorno, lontano dai pasti.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...