martedì 23 dicembre 2014

I rimedi per la nausea durante la gravidanza!

Tra i disturbi caratteristici della gravidanza vi è la nausea mattutina. Generalmente si presenta nella prima fase della gestazione, fino alla dodicesima settimana, anche se non è escluso che, con cause diverse, possa caratterizzare anche i periodi successivi. La nausea dei primi tre-quattro mesi è dovuta alle variazioni ormonali, in particolare agli alti livelli di gonadotropina corionica.

Successivamente la causa può essere differente, legata a questioni di natura più “meccanica”, come la pressione che l’utero, che si va espandendo, esercita sul diaframma e sullo stomaco. Anche l’intestino pigro può avere come conseguenza l’aumento del livello di tossine in circolazione e quindi la comparsa di nausea. Vale l’indicazione di fare piccoli pasti e di consumare alimenti depurativi. Ma quando è necessario è importante avere a disposizione rimedi che possano essere assunti in totale tranquillità, privi di effetti collaterali.

Un efficace rimedio per la nausea gravidica è quello che l’omeopatia ricava dal nardo selvatico, l’Asarum europaeum. Questa pianta dai fusti striscianti appartiene alla famiglia delle Aristolochiacee e aiuta a far passare nausea, vomito e pirosi gastrica, ed è indicata anche nel caso in cui oltre alla nausea compaia anche mal di testa. 

Se ne assumono 5 granuli alla 5 CH al bisogno. In alternativa, quando è maggiormente presente il sintomo del vomito, si può ricorrere a Cocculus indicus, da prendere con la medesima posologia.

Dal Colchicum autumnale, una pianta della famiglia delle Liliacee che è conosciuta anche come falso zafferano, l’omeopatia ricava un rimedio che è particolarmente adatto contro la nausea in gravidanza e in modo particolare per quella forma di “voltastomaco” che assale non appena si avvertono degli odori, come quelli di cibo.

Lo si assume alla diluizione 7 CH, non appena si sente sopravvenire il fastidio.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...