giovedì 4 settembre 2014

Isoflavoni e Flavonoidi: Utili alleati contro i disturbi della menopausa!

Il delicato equilibrio metabolico della donna, con l’età, va incontro a una rivoluzione legata alla menopausa. L’interruzione del periodo fertile, le variazioni ormonali e i cambiamenti che queste determinano, possono accelerare il processo di invecchiamento e accompagnarsi alla presenza di disturbi più o meno evidenti. Ipertensione arteriosa, fragilità capillare, palpitazioni, tachicardia, vampate, ma anche depressione e demineralizzazione con rischio di osteoporosi sono alcuni dei problemi che l’assunzione di antiossidanti specifici può contribuire a ridurre. Tra i rimedi indicati vi sono gli isoflavoni, composti chimici di origine vegetale che appartengono alla famiglia dei flavonoidi.

Dalla soia gli estratti per la menopausa
Le proprietà degli isoflavoni, generalmente ottenuti dalla soia, hanno dimostrato ampiamente la loro efficacia grazie alla loro attività simile a quella degli estrogeni, gli ormoni femminili. Le potenti virtù antiossidanti di questi composti, soprattutto genisteina, gliciteina e daidzeina, oltre a ritardare l’invecchiamento a livello generale, con effetti positivi anche sul tono della pelle (vengono utilizzati spesso anche come ingrediente cosmetico) e a livello cardiovascolare, aiutano a contrastare alcuni dei disturbi tipici del climaterio. Gli isoflavoni, sebbene maggiormente utilizzati nel periodo della menopausa, risultano utili anche nei confronti di disordini mestruali e come coadiuvanti nella prevenzione dell’emicrania legata al ciclo.

Per le palpitazioni
Anche il biancospino, i cui flavonoidi e glicosidi flavonici come la quercetina e la rutina, sono in grado di migliorare la circolazione (anche a livello capillare) e controllare la pressione, può essere un alleato della donna con qualche anno in più soprattutto se i disturbi associati alla menopausa prendono la forma di palpitazioni, tachicardia e rialzo (non eccessivo) dei valori pressori. Ha anche un’azione positiva su ansia e insonnia nervosa.

Per le vampate di calore
In estate, con il caldo, soffrire di vampate è ancora più fastidioso. Per contrastare questo disturbo puoi ricorrere a un frappè naturale ricco di antiossidanti e minerali. La base è rappresentata non dal latte vaccino, ma da quello di soia, nel quale ritroviamo i preziosi isoflavoni. Ne sarà sufficiente un bicchiere ben freddo, al quale aggiungere un dl di succo di melone frullato al momento. Il melone è un frutto ricco di sali minerali come calcio, fosforo, magnesio e potassio, antiossidanti e betacarotene e, secondo una ricerca pubblicata sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition, il suo consumo aiuta a tenere a bada le vampate di calore.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...