venerdì 25 luglio 2014

Stress intellettuale: Ecco gli antiossidanti specifici per contrastare lo stress da studio e da ufficio!

Le cellule cerebrali sono molto sensibili allo stress ossidativo. Agire per tempo contro i danni che i radicali liberi fanno ai neuroni non significa solo mettersi al riparo da malattie degenerative in futuro, ma anche avere migliori performance intellettive nell’immediato. Gli antiossidanti, a livello cerebrale, agiscono sia migliorando la circolazione, precondizione per far arrivare ossigeno e nutrimento al cervello, sia stimolando le neuroconnessioni e preservandole dai danni dei radicali liberi.

Le attività del cervello, memoria, concentrazione, capacità di risoluzione di problemi, tutte necessarie quando si deve compiere un lavoro intellettuale, traggono beneficio dall’utilizzo di antiossidanti. Flavonoidi, vitamine come la C e la E, minerali come il magnesio e il potassio, che stimolano la comunicazione neuronale, sono tra gli “ingredienti” dei rimedi antiradicali utili a livello cerebrale.

Per chi lavora in ufficio
La teanina è un aminoacido piuttosto raro che si trova nelle foglie della Camellia sinensis, l’albero del tè, che ha dimostrato di contrastare lo stress ossidativo a livello cerebrale. Ciò che la rende adatta per chi è sottoposto a un intenso lavoro intellettuale è il fatto che sembra in grado di promuovere la funzionalità cerebrale senza incrementare i livelli di ansia, dal momento che favorisce la produzione di serotonina, dopamina e i livelli di GABA (acido gamma amino butirrico), che favoriscono concentrazione e rilassamento. La sua assunzione sarebbe collegata alla produzione di onde alfa, quelle tipiche di uno stato vigile, attento ma rilassato, come nella meditazione. Ovviamente la si assume bevendo tè verde, ma è disponibile anche come integratore: la dose è di 150 mg al giorno.

Per gli studenti
Per chi studia o deve sostenere un esame può invece essere utile l’olio di pesce. Il suo contenuto di acidi grassi essenziali, vitamine A, E e B, ferro (fondamentale per il trasporto dell’ossigeno al cervello) ne fanno un concentrato di nutrienti. Alcuni studi hanno poi valutato la sua capacità di controllare il livello plasmatico di cortisolo e adrenalina, che salgono in situazioni di stress mentale come può essere quello derivante dall’essere sottoposti a test, interrogazioni o esami. L’olio di pesce è disponibile generalmente in perle da 1.000 mg e la posologia è di una al giorno.

L’integratore da scrivania
In alternativa agli integratori in pillole puoi preparare un integratore da assumere in ufficio o mentre si studia. Il cuore del rimedio è rappresentato dall’erba d’orzo, un estratto, generalmente disponibile in polvere, ottenuto dalle giovani piantine del cereale. La presenza di clorofilla e betacarotene lo rendono un efficace antiossidante che aumenta la resistenza, protegge il cervello e, in associazione con il succo di mela, libera l’organismo dalle tossine il cui ristagno nell’organismo aumenta i radicali liberi. In un bicchiere di succo trasparente di mela, da acquistare biologico e senza zuccheri aggiunti, fai sciogliere un cucchiaio di erba d’orzo, mescola bene e bevi a metà mattina e a metà pomeriggio.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...