venerdì 18 luglio 2014

Le bacche di Açai: un antiossidante fenomenale!

Le bacche di açai contengono molti antiossidanti. Queste bacche arrivano direttamente dalla foresta amazzonica, il nome açai (la pronuncia corretta è assaì) significa “i frutti che piangono” e sono conosciuti anche come frutti della vita. La pianta è una palma che cresce in Brasile, in modo spontaneo nella zona della foce del Rio delle Amazzoni, molto fertile e ricca d’acqua, e poi coltivata in altri territori del Sud America e dell’America Centrale.

Ciò che caratterizza l’açai sono le antocianine, concentrate soprattutto nella buccia. L’antocianina primaria di questa bacca è la cianidina-3-glucosica, riconosciuta come tre volte e mezzo più potente di quella predominante nel vino rosso. Vi sono poi tanti sali minerali che lo trasformano in un vero e proprio integratore per gli sportivi e non solo: ferro, fosforo, potassio.

Non mancano neppure le proteine: in 100 g di frutto se ne ritrovano circa 8 g. Le vitamine che apporta sono quelle antiradicali, la C, la A e la E. La presenza in esso di steroli vegetali rende l’açai utile per ridurre i livelli di colesterolo; inoltre gli steroli, costituenti delle membrane cellulari vegetali, intervengono nel metabolismo delle prostaglanine, sostanze simili agli ormoni, coinvolte nella riduzione dei processi infiammatori. Il frutto contiene poi aminoacidi e fibre.

I benefici delle bacche di açai sono a 360 gradi. Sul piano generale sono rimineralizzanti ed energetiche, utili per riequilibrare l’organismo se provato dopo uno sforzo o in condizioni di stress. Le antocianine, gli antiossidanti tipici dell’açai, ne fanno un alleato per la circolazione, poiché riducono il colesterolo e preservano la salute dei vasi sanguigni. Sono sempre loro a trasformarsi in “nutrimento” per i neuroni, stimolando concentrazione e attenzione.

Il fatto che l’açai sia diventato un ingrediente della dieta di atleti e sportivi è spiegato dalla sua azione benefica sulla muscolatura, di cui accresce la massa magra, tamponando l’eccesso di acido lattico. Infine, l’açai è utile per chi deve perdere peso. Poco caloriche, queste bacche sanno stimolare il metabolismo generale e in particolare quello di grassi e carboidrati e dare sazietà.

Le varietà in cui è commercializzato l’açai sono davvero moltissime. Lo si può infatti trovare:
- Come polpa surgelata da consumare al naturale o da utilizzare in cucina;
- Come succo concentrato da bere puro o diluito;
- Come integratore in compresse;
- In polvere liofilizzata;
- Come ingrediente di cosmetici: in questo caso si ritrova spesso l’olio di açai, estratto dalla polpa del frutto.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...