mercoledì 18 giugno 2014

Usiamo gli antibiotici con cautela: Ecco alcune regole per salvaguardare la nostra salute!

Sono cinque le regole suggerite dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore della Sanità per un uso consapevole e responsabile degli antibiotici, a salvaguardia dell’individuo e dell’intera popolazione.

1) Non usare l’antibiotico in caso di raffreddore o influenza, perché si tratta di malattie virali, non serve uccidere nessun batterio;
2) Assumerli sempre e solo dietro prescrizione medica, perché non sono farmaci d’automedicazione;
3) Seguire esattamente tempi, modi e indicazioni del medico: gli antibiotici funzionano, se si rispettano le giuste dosi ed i tempi stabiliti, solo così si possono minimizzare gli effetti collaterali ed i fenomeni di antibiotico-resistenza;
4) Mai interrompere il trattamento anche se i sintomi sono scomparsi, perché ciò non significa che l’infezione sia debellata definitivamente;
5) Mai cambiare tipo di antibiotico di propria iniziativa, perché non possiamo conoscere quello più adatto, avendo ogni antibiotico uno spettro d’azione ben specifico.

Usare un antibiotico in modo inappropriato promuove il grave fenomeno di antibiotico-resistenza, ovvero un batterio riuscirà a resistere all’azione terapeutica di quel farmaco non riuscendo più ad ucciderlo o ad impedirne la proliferazione allungando il decorso della malattia ed in alcuni casi portando addirittura alla morte del paziente. 

Possiamo intervenire limitandone l’uso e proteggendoci dai loro effetti collaterali usando accorgimenti naturali, ma non per questo meno efficaci: possiamo utilizzare integratori che rinforzano il sistema immunitario, adottare uno stile di vita appropriato ed una sana alimentazione, uniti all’attività fisica. Prodotti naturali come oli essenziali, prodotti a base di erbe o farmaci omeopatici sono in grado di intervenire sui primissimi sintomi di raffreddore, influenza, mal di gola e malesseri di stagione.

Non dimentichiamoci infine che l’uso di probiotici è favorevole per contrastare l’effetto dannoso degli antibiotici che, quando assunti, distruggono sia i batteri ‘nocivi’ della malattia, ma anche quelli ‘amici’ del nostro organismo. Eviteremo in questo modo un indebolimento del sistema immunitario, che potrebbe predisporre il terreno ad ulteriori patologie come, ad esempio, la Candida.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...