venerdì 6 giugno 2014

Il tè verde: l'antiossidante per eccellenza!

Il tè verde si ricava dai germogli delle foglie e dalle foglie giovani della pianta conosciuta come Camellia Sinensis, arbusto sempreverde della famiglia delle theaceae. Le sue origini si perdono nel tempo; in Cina si narra che l’Imperatore Shen Nung fu il primo bevitore di tè verso il 2700 a.C., mettendo le foglie della pianta dentro una brocca di acqua bollente e dando così inizio a questa usanza.

Durante la preparazione del tè verde viene evitato il processo di fermentazione per mantenere nel prodotto la maggior parte delle sue proprietà benefiche legate al polifenolo più importante, cioè l’epigallocatechingallato (catechina). È questa la sostanza, che contiene le proprietà antiossidanti in grado di diminuire il danno cellulare con effetti salutari su tutti i tessuti. Una volta introdotte nell’organismo, le catechine agiscono bloccando quei frammenti noti come radicali liberi.

Quali sono i danni provocati dai radicali liberi?
I pericoli derivanti dal contatto delle cellule con i radicali liberi sono, in primo luogo, il danneggiamento delle stesse con conseguente rischio per il mantenimento dello stato di salute. In secondo luogo, uno degli imputati certi del processo d’invecchiamento del corpo sono proprio i radicali liberi. Perciò, oltre a rappresentare un rischio per la salute, i radicali liberi producono anche un’azione negativa costante, che velocizza i processi d’invecchiamento cellulare e, quindi, di tutto il corpo.

Va ricordato che la prevalenza dei sistemi ossidativi su quelli di difesa antiossidante naturale si associano a comuni malattie dovute all’invecchiamento quali l’aterosclerosi, il morbo di Alzheimer e di Parkinson. In realtà il nostro corpo ha i suoi sistemi di ammortamento, ma, quando la produzione di radicali diventa prevalente, si determina uno stress ossidativo, che, nel tempo, produce usura e, di conseguenza, incrementa l’effetto d’invecchiamento. 

Il tè verde, con l’elevata attività antiossidante, può essere di grande beneficio per proteggere il nostro corpo dai problemi di salute causati dai radicali liberi. Il tè verde presenta ulteriori effetti benefici quali l’aumento della resistenza alle malattie, un miglioramento della salute del sistema cardiovascolare, la riduzione del colesterolo, l’eliminazione delle tossine e proprietà dimagranti. 

Le catechine del tè verde sembrano avere attività terapeutica nella sindrome metabolica. Il tè verde diminuisce, infatti, l’assorbimento dei lipidi tramite legame diretto con i grassi alimentari ed aumenta il metabolismo, in particolare aumenta la capacità di utilizzare i grassi per la produzione di energia. Il tè verde è da considerarsi una bevanda salutare, che si può bere regolarmente, in quantità non esagerata ed in armonia con il nostro modo di alimentarci ed il nostro stile di vita.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...