venerdì 6 giugno 2014

I funghi medicinali: Proprietà e benefici!

L'uso dei funghi medicinali come alimento o come integratore sta, negli ultimi decenni, diventando sempre più diffuso. Da ricerche scientifiche moderne emergono dei dati univoci, ovvero che i funghi medicinali in toto, parti di essi od i loro estratti, hanno vari effetti benefici a livello organico. Ogni fungo ha un effetto terapeutico specifico, ma tutti, in generale, agiscono su:
- metabolismo glucidico e lipidico;
- chelazione dei metalli pesanti;
- riequilibrio del sistema immuntario;
- contrasto delle spinte di crescita cellulare anomale.


Dunque, i funghi non velenosi, pur essendo spesso semplici alimenti, possono aiutare i pazienti in patologie per le quali la medicina ufficiale non ha proposte terapeutiche semplici o prive di effetti collaterali. Tra queste patologie possiamo includere: diabete, ipercolesterolemia, aterosclerosi, virosi di vario tipo (epatite C, HPV, Herpes virus, Epstein virus…), asma, allergie, ecc...

Ciò che conta nella scelta del fungo giusto è dove e come è stato coltivato e lavorato, quindi scegliere sempre prodotti biologici, certificati Gmp e da piantagioni europee con esperienza decennale.

I funghi più noti e presenti in Italia come integratori alimentari sono:
l’ABM (il fungo della prevenzione totale, chelante);
l’AURICULARIA (il fungo del cuore e della circolazione);
il COPRINUS (il fungo antiglicemia);
il CORDYCEPS (il fungo della forza e dell’efficienza psico-fisica);
il CORIOLUS (il fungo delle difese a 360°, azione antivirale);
l’HERICIUM (il fungo di protezione delle strutture nervose, gastrite e reflusso);
il MAITAKE (il fungo per la sindrome metabolica);
il POLYPORUS (il fungo per drenare i liquidi del corpo);
il REISHI (il fungo dell’immortalità, ossigenante, immunomodulante);
lo SHIITAKE (il fungo anticolesterolo).
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...