martedì 28 gennaio 2014

Aumento del canone sui conti correnti: ecco quanto si spenderà in più!

Con l’inizio del 2014 molti istituti di credito hanno iniziato a inviare ai propri clienti delle lettere che avvertono di un cambio di condizioni sui propri conti. Modifiche come sempre unilaterali che rischiano di essere molto pesanti per i correntisti italiani.

Tra le principali novità c’è l’introduzione dell’aumento di un euro al mese del canone del conto corrente (dunque 12 euro in più all’anno) e di 50 centesimi di euro per la registrazione di ogni operazione.

La data di entrata in vigore, per la maggior parte degli istituti, è stata fissata per il primo febbraio. Ecco cosa si legge in uno dei testi delle lettere: “Le modifiche di seguito riportate delle condizioni applicate ai contratti si rendono necessarie a causa dell’incremento dei prezzi di mercato e delle conseguenti ripercussioni sui costi dei beni e servizi”.

Il cliente non può fare nulla, se non recarsi allo sportello e chiedere di verificare l’impatto dei nuovi costi sul proprio conto (sulla base dei movimenti effettuati l’anno scorso), e valutare in seguito di cambiare istituto: in questo caso non dovrebbero essere addebitate spese di chiusura.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...