venerdì 5 aprile 2013

Il miele: ecco alcune solide certezze e alcuni falsi miti!

È ricco di sali minerali.
FALSO. 

Il contenuto è basso: a seconda della varietà va dallo 0,02 all’1%. Quello più presente è il potassio. I minerali provengono dal terreno in cui vive la pianta. I mieli chiari sono più poveri in confronto a quelli scuri.

È pieno di vitamine.
FALSO. 

Il contenuto di vitamine è estremamente basso. Tenetelo bene a mente quando leggete sulla confezione di una merendina la scritta “con una goccia di miele”. Serve solo a convicere le mamme che il prodotto faccia bene ai bambini.

Ha meno calorie dello zucchero.
VERO. 

Il miele è un alimento molto ricco di zuccheri semplici (fruttosio e glucosio). Fornisce circa 320 calorie per 100 g: lo zucchero normale (saccarosio) circa 400. In più il miele ha un potere dolcificante superiore: se ne può usare di meno.

Fa bene a tutti.
FALSO. 

Il miele non deve essere dato ai bambini prima che abbiano compiuto l’anno di età, perché può contenere spore di botulino. Nei bimbi così piccoli le spore possono germinare nel colon, provocando la formazione della pericolosa tossina, e causare complicazioni anche gravi.

Aiuta contro la tosse.
VERO. 

Le evidenze scientifiche indicano che il miele è un buon rimedio contro la tosse, non inferiore ai farmaci più utilizzati. Per la cura di tosse e raffreddore, per esempio, il miele è citato come potenziale
trattamento anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che lo considera efficace e sicuro.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...