domenica 31 marzo 2013

Cibi consigliati e sconsigliati durante l'allattamento!

I cibi che fanno bene
La donna che allatta deve avere un’alimentazione varia, ricca di proteine, frutta e verdure. Durante l’allattamento vi è un maggiore fabbisogno di nutrienti e bisogna bere almeno 2 litri di acqua al giorno per sostenere la produzione di latte. Non è assolutamente necessario controllare in modo ossessivo la propria alimentazione, anche se, chiaramente, è rilevante anche la quantità assunta, che deve essere saggiamente ponderata. In particolare occorrerà aumentare il consumo delle vitamine A, C e D, oltre che incrementare l’apporto di calcio. Risulta importante l’assunzione di pesce (meglio se di piccola taglia), che apporta non soltanto delle proteine qualitativamente elevate, ma accresce anche la quantità di acidi grassi nel latte materno (in particolare il DHA), elementi basilari per la crescita del sistema nervoso e della retina del nostro bambino. Inoltre di particolare importanza è il gruppo del latte e dei suoi derivati, che forniscono al latte materno il calcio necessario per la salute dei denti e delle ossa. Il latte ed i latticini rivestono un ruolo di particolare rilevanza nel periodo dell’allattamento, perché, con il latte, la mamma può perdere fino a 300 mg di calcio al giorno.

Gli alimenti controindicati
Ci sono, invece, alcuni alimenti che sono controindicati durante l'allattamento per diversi motivi: alcuni per il cattivo sapore che possono dare al latte, rendendolo sgradevole per il neonato (cipolla, prezzemolo, carciofi, broccoli, cavoli, asparagi); altri perché possono causare intossicazioni alimentari pericolose per mamma e bambino (selvaggina, crostacei, molluschi, funghi, prodotti alimentari con uova crude). Infine ci sono alimenti che possono disturbare il bambino per le sostanze che contengono, inadatte ad un fisico non ancora completamente maturo: cioccolato, the, caffè, bevande gasate e zuccherate, vino e birra.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...