sabato 16 marzo 2013

Anziani ed Estate: preveniamo le complicanze!

Ecco le 10 regole d'oro da seguire per evitare complicanze durante la stagione calda:

1. Bere senza aspettare di avere sete. Non bere liquidi che contengono alcool, caffeina, né grandi quantità di bevande zuccherate.

2. Se il medico, in presenza di particolari patologie, ha consigliato di limitare la quantità di liquidi da bere, chiedere indicazioni su eventuali modifiche.

3. Stare in casa o in zone ombreggiate e fresche e, se possibile, in ambienti condizionati nelle ore di maggiore caldo (tra le 11 e le 15.00). Evitare inoltre esercizi fisici non necessari all’aperto o in luoghi non condizionati ed evitare l’esposizione inutile al sole diretto.

4. Ventilare l’abitazione attraverso l’apertura notturna delle finestre ed utilizzare condizionatori o ventilatori nelle ore più calde.

5. Indossare abiti leggeri, di colore chiaro, per permettere la circolazione dell’aria sul corpo.

6. Nel caso in cui si debbano svolgere attività all’aria aperta limitarle alle ore mattutine e serali; limitare gli sforzi fisici, nel caso in cui sia necessario compiere tali sforzi bere dai 2 ai 4 bicchieri di bevande non alcoliche; riposarsi in luoghi ombreggiati.

7. Preferire pasti leggeri (frutta e verdura) e fare attenzione all’opportuna conservazione dei cibi.

8. Chi soffre di diabete deve esporsi al sole con molta cautela, per evitare il peggioramento della dermatite diabetica o ustioni serie a causa della minore sensibilità dei recettori al dolore.

9. Ricordarsi che il caldo può potenziare l’effetto di molti farmaci utilizzati per la cura dell’ipertensione arteriosa (pressione alta) e di molte malattie cardiovascolari. Durante la stagione calda è opportuno, quindi, effettuare un controllo più assiduo della pressione arteriosa e richiedere il parere del medico curante per eventuali aggiustamenti della terapia (per dosaggio e tipologia di farmaci).

10. I pazienti ipertesi e cardiopatici sono particolarmente suscettibili agli effetti negativi del caldo e possono manifestare episodi di ipotensione arteriosa (diminuzione della pressione arteriosa) nel passare dalla posizione sdraiata alla posizione eretta. E’ consigliabile, pertanto, evitare il brusco passaggio dalla posizione orizzontale a quella verticale, che potrebbe causare anche perdita di coscienza (sincope). Se bisogna alzarsi dal letto, soprattutto nelle ore notturne, è necessario non farlo mai bruscamente, ma fermarsi in posizioni intermedie (esempio: seduti al bordo del letto per alcuni minuti) prima di alzarsi in piedi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...