mercoledì 2 gennaio 2013

Medicinali omeopatici e non solo da portarsi sempre in viaggio!

Per i fortunati, che per destinazione hanno Paesi esotici, in cui è consigliata o obbligatoria una vaccinazione, potrebbe essere utile assumere THUYA 30CH, un tubo dose prima della vaccinazione e SULFUR 30CH, un tubo dose dopo la vaccinazione. Questi rimedi omeopatici attenuano gli effetti collaterali della vaccinazione stessa. 

È sempre consigliabile, comunque, almeno un mese prima della partenza, mettersi in contatto con l’Ufficio ASL per le vaccinazioni internazionali, per conoscere quali vaccinazioni sono consigliate nel Paese di destinazione.

Contro il mal di mare e la paura di volare
Per chi ama viaggiare, ma soffre il “mal di mare”, molto efficaci sono quei farmaci a base di dimenidrinato, che si possono acquistare in farmacia senza obbligo di ricetta medica. Questi medicinali, però, possono provocare sonnolenza tra gli effetti collaterali.

Esistono, comunque, delle valide alternative omeopatiche: 
COCCULUS 5CH tre granuli ogni quindici minuti per nausea o vertigini, che peggiorano con il minimo movimento;
TABACUM 5CH tre granuli ogni quindici minuti per nausea, mal di testa, vomito che migliorano chiudendo gli occhi e con l’aria fresca;
PETROLEUM 5CH tre granuli ogni quindici minuti per nausea o vomito improvvisi, che migliorano mangiando;
NUX VOMICA 5CH tre granuli ogni quindici minuti per nausea o sensazione di vomito, che peggiorano mangiando e migliorano dormendo.

Per chi, viceversa, ha paura dell’aereo, potrebbe essere utile assumere GELSEMIUM 9CH per ridurre l’ansia. Arrivati a destinazione, è utile proseguire con i fermenti lattici. I migliori sono quelli appartenenti al ceppo SACCAROMICES BOULARDII, perché non temono le alte temperature e, quindi, non devono essere lasciati in frigorifero.

INDISPENSABILI
Qualunque sia la destinazione, i principali medicinali, che è sempre opportuno avere con sé, sono farmaci a base di loperamide, utili in caso di diarrea, una crema all’idrocortisone per alleviare i sintomi di eventuali eritemi solari o punture d’insetto, cerotti e disinfettanti cutanei, un collirio per occhi arrossati o affaticati, fermenti lattici probiotici da assumere anche preventivamente, paracetamolo e, infine, un antibiotico ad ampio spettro.

Per chi ama la medicina omeopatica le alternative sono:
VERATRUM ALBUM 9CH tre granuli dopo ogni scarica per diarrea da bevande fredde con sudorazione profusa.
ARSENICUM ALBUM 9CH tre granuli dopo ogni scarica per diarrea causata da cibi guasti.
APIS 5CH tre granuli ogni due o tre ore per punture di insetti con gonfiore o scottature solari con edema.
LEDUM PALUSTRE 5CH tre granuli tre volte al giorno come curativo associato ad APIS 5CH . Tre granuli al giorno per tutta l’estate, invece, come preventivo delle punture di insetti.
BELLADONNA 5CH tre granuli anche ogni ora in caso d’insolazione con febbre, forte arrossamento della cute, sudorazione e prostrazione.
Collirio a base di euphrasia e camomilla per lenire tutte quelle infiammazioni oculari causate dal riverbero del mare o dal vento.
ARNICA MONTANA 5 CH tre granuli anche ogni ora per piccoli traumi o tre volte al giorno in caso di affaticamento muscolare, dovuto, per esempio, ad una lunga passeggiata.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...