venerdì 28 dicembre 2012

Allergia ai pollini: dieci regole per difendersi!

1. Evitare di esporsi, se possibile, nelle ore di maggior concentrazione pollinica e cercare di respirare correttamente con il naso e a bocca chiusa, tenendo presente che attraverso il naso l’aria viene depurata, riscaldata ed umidificata.

2. Evitare di uscire nelle fasi iniziali di un temporale o di una pioggia intensa, perché la pioggia facilita la liberazione di allergeni dai pollini, i quali così raggiungono più facilmente le vie aeree profonde, potendo indurre l’insorgenza di crisi asmatiche anche gravi e anche in chi soffre solo di rinite stagionale.

3. Proteggere le proprie vie respiratorie con dispositivi medici nasali in grado di ridurre le inalazioni di pollini e altri allergeni, consentendo, nel contempo, una corretta respirazione nasale.

4. Trascorrere periodi il più possibile prolungati in aree a bassa concentrazione pollinica ed evitare anche di inalare polveri, fumi e profumi che vanno, comunque, a stimolare l’insorgenza di starnuti, prurito e tosse.

5. Consultare i calendari pollinici, ricordando che la fioritura di erbe come le graminacee è posticipata in genere di circa un mese in montagna oltre i mille metri e che è ritardata di qualche msettimana in Italia settentrionale e in Europa centrale rispetto all’area mediterranea.

6. È consigliato fare la doccia e lavare i capelli ogni giorno, perché i granuli pollinici, acari e forfore di animali domestici rimangono spesso tra i capelli, tra gli abiti, in casa e la notte possono depositarsi sul materasso e sul cuscino, venendo così inalati.

7. Lavare spesso i pavimenti, ma attenzione all’utilizzo dell’aspirapolvere che può sollevare dal pavimento le particelle allergizzanti.

8. Tappeti, moquette, tappezzerie, tendaggi e giocattoli di peluche sono arredamenti rischiosi per gli allergici: lì si depositano pollini e polveri difficili da rimuovere.

9. Evitare di essere presenti quando si taglia l’erba e non rastrellare le foglie nel periodo di picco pollinico.

10. Evitare di viaggiare in auto con i finestrini aperti e proteggersi con appositi dispositivi medici nasali in bicicletta, motorino o nel fare jogging non solo nelle aree verdi ma anche in città.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...