venerdì 19 ottobre 2012

La legge di stabilità: ecco le novità da sapere!


La legge di stabilità approvata per decreto dal governo oltre ai tagli alla sanità e al rialzo dell’Iva di un punto a partire da luglio 2013, prevede una decisa sfoltita alle detrazioni fiscali, le spese che ogni anno i contribuenti possono “scalare” dalla dichiarazione dei redditi.

In cambio di questi sacrifici i lavoratori con i redditi più bassi si vedranno ridurre l’aliquota Irpef di un punto percentuale. Intanto, il primo passo del governo è stato quello di mettere un tetto di 3.000 euro alle cifre da “scaricare” già nelle dichiarazioni per il 2012 (730 e Unico 2013). 

Dal tetto restano escluse le detrazioni per i familiari a carico, per i redditi da lavoro dipendente o pensione, quelle legate alle locazioni, quelle del 36 e 55% relative alle ristrutturazioni edilizie e quelle riferite alle spese mediche. 

Anche su queste, però, ci sono importanti limitazioni: le spese per i farmaci e le visite avranno una franchigia raddoppiata rispetto al passato, dai 129,11 euro di spesa minima annuale si passerà ai 250 euro per tutti coloro che hanno un reddito annuo superiore ai 15.000 euro. Quindi chi spenderà una cifra inferiore a questa soglia non potrà detrarre nulla. Solo questa novità dovrebbe portare nelle casse dell’Erario 107 miliardi di euro all’anno in più. 

Franchigia a 250 euro anche per le deduzioni relative alle spese per le adozioni internazionali, all’assegno al coniuge divorziato o separato (fatta eccezione per quelle di mantenimento dei figli), alle donazioni in favore delle università, degli enti di ricerca, delle Ong e delle università.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...