domenica 2 settembre 2012

Calcoli renali: i cibi da evitare o moderare


Chi ha la tendenza a soffrire di calcoli renali, farebbe bene a moderare il consumo di tè freddo. A dirlo è John Milner, professore presso il Dipartimento di Urologi della Loyola University Chicago Stritch School of Medicine.

La popolare bevanda, così come gli spinaci o il cavolo, contiene alte concentrazioni di una delle principali sostanze chimiche responsabili del disturbo che colpisce circa il 10% della popolazione degli Stati Uniti: l’ossalato.

La causa più comune dei calcoli è che non si bevono abbastanza liquidi per far sì che vengano espulsi i piccoli cristalli che si formano nelle vie urinarie.

Ma anche sudare e bere bevande poco indicate può aumentare il rischio, soprattutto nelle persone più soggette, in genere gli uomini over 40.

Ma niente allarmismi: è sempre una questione di quantità, un conto è bere un bicchiere al giorno, un conto è berne tre o quattro.

Infatti l’allarme non riguarda il tè caldo, che di ossalato ne contiene la stessa quantità, ma che difficilmente si beve in quantità tali da creare disturbi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...