venerdì 14 settembre 2012

Attenzione agli ftalati! Zainetti, astucci e altro materiale scolastico...


Secondo uno studio condotto negli Usa dal Center for Health, Environment and Justice (Chej), il 75% di zaini, astucci e altri prodotti scolastici conterrebbe un livello eccessivo di ftalati, sostanze chimiche usate per aumentare la morbidezza di alcune plastiche, soprattutto il Pvc.

Gli ftalati sono stati messi al bando nel 2008 nei giocattoli, in quanto si ritiene siano responsabili dell’insorgenza di alcune patologie come l’asma, il diabete e di problemi legati allo sviluppo nei bambini. La loro tossicità per l’uomo, tuttavia, è ancora fonte di dibattito, anche se alcuni studi sugli animali sembrano suggerire che influiscono sul sistema ormonale.

Lo studio ha rivelato come, in 16 sui 20 prodotti analizzati, i livelli di ftalati siano più alti di quelli ammessi per i giocattoli e per i prodotti per l’infanzia.

In un caso il limite è stato superato di 52 volte. Tutti gli zainetti, contenevano la sostanza, ma nessuno ne indicava la presenza. “I livelli degli ftalati usati nelle forniture scolastiche - si legge nel documento - sarebbero illegali se questi prodotti fossero giocattoli, ma proprio come i giocattoli questi oggetti sono usati dai bambini, che sono i più vulnerabili all’esposizione chimica”. Tuttavia, “presumendo che i bambini non mangino, succhino o mastichino questi prodotti”, ha detto il dottor Marcel Casavant, a capo del dipartimento di Farmacologia e tossicologia del Nationwide Children’s Hospital di Columbus in Ohio, “il rischio non è elevato”. Il problema degli ftalati, comunque, non riguarda solo gli Usa.

L’Unione europea, infatti, ha una legislazione simile a quella degli Usa che dovrebbe essere rivista nel 2013.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...