martedì 14 agosto 2012

Mangiare carne cruda: rischi, pericoli e precauzioni!


All’inizio dell’estate 19 persone in Belgio sono state colpite da un’infezione alimentare causata da Escherichia coli dopo avere consumato carne cruda.

Questo batterio, insieme ad altri microrganismi dannosi, come Salmonella e Campylobacter, può nascondersi in piatti a base di carne cruda (tartare, carpaccio) ma anche nella carne mal cotta, e provocare disturbi gastrointestinali più o meno gravi.

Le temperature estive favoriscono la moltiplicazione dei batteri e questo è anche il periodo in cui è più facile consumare pietanze a rischio.

Ecco come si possono limitare i rischi:

- Non mangiare carne cruda.

- Controlla sempre che la carne sia ben cotta, soprattutto durante le grigliate in cui ci sono salsicce, spiedini e hamburger.

- La carne di pollo e in generale la macinata sono le più a rischio sotto il profilo igienico: cuocile molto bene; nel pollo la carne deve staccarsi facilmente dalle ossa.

- Non cuocere mai la carne se è ancora congelata: potresti non accorgerti che al suo interno rimane cruda dopo la cottura.

- Assicurati una cottura uniforme, senza aree rosate (attenzione soprattutto agli spiedini).

- Tieni ben separato tutto ciò che è crudo da ciò che è cotto o va consumato senza cottura.

- Usa taglieri, piatti e posate diversi per la carne cruda e per quella cotta.

- Non riutilizzare il liquido dove è stata messa a marinare la carne per condirla una volta cotta.

- Non lasciare fuori dal frigorifero per troppo tempo i cibi che devi cucinare.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...