lunedì 27 agosto 2012

Il Castello di Issogne (la fortezza dei graffiti!), in Val d'Aosta!


 “L’uomo senza soldi è corpo senza anima” (“Homo sine pecunia / est corpus sine anima”): non è la citazione colta di un broker americano, ma un graffito del XVI secolo rimasto intatto sui muri del Castello di Issogne.

Perché se la struttura in sé, la fontana allegorica del melograno e gli affreschi del cortile sono il motivo principale di una visita, la vera originalità di questa fortezza medioevale è il fatto che sulle sue pareti si possono leggere secoli e secoli di cultura popolare: "Viandanti e viaggiatori hanno lasciato dal 1500 i loro segni sui muri, sono frasi volgari, spesso scurrili, come quelle che potrebbero incidere oggi dei ragazzi in gita, ma si trovano anche citazioni di autori latini o di Petrarca, fatti di cronaca, orazioni religiose, espressioni d’amore, un materiale di una ricchezza incredibile".

Tutto si può vedere com’era perché, sapientemente, il recente restauro del castello ha lasciato intatti questi affascinanti graffi sui muri, che ci raccontano, quasi per caso, il linguaggio dei viandanti di trecento anni fa.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...