martedì 10 luglio 2012

Social network: attenzione ai dati personali e altro (foto, video ecc...)


Twitter, Facebook, Dropbox: sono sempre di più i luoghi virtuali in cui le persone caricano pensieri, foto, documenti, per scambiarli con gli amici, averli a portata di clic o semplicemente per conservarli.

Ma siamo sicuri che “conservare” sia il termine giusto? Pensiamo a Google Wave, Splinder o Picpliz. Forse non li avete mai sentiti nominare, ma si tratta di servizi internet che gli utenti hanno alimentato con le proprie memorie digitali e che ora non esistono più. E sono solo tre esempi: negli ultimi mesi altri servizi hanno chiuso i battenti e sicuramente altri lo faranno.

Cosa ne è stato di tutto ciò che è stato caricato su questi siti? In genere questi servizi si premurano di avvertire per tempo gli utenti, dando loro modo di recuperare quanto riversato online. Ma è comunque un lavoraccio e di certo non ci sono assicurazioni che sarà sempre così.

Quando caricate in rete le vostre memorie, chiedetevi anche come reagireste se il sito dovesse chiudere. E, se è il caso, premuratevi di tenere copie del materiale anche sui vostri hard disk.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...