giovedì 7 giugno 2012

Pesce e parassiti: alcune cose da sapere


L’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa) si è espressa sul rischio di reazioni allergiche legate alla possibile presenza di parassiti nel pesce.

Il principale imputato è l’Anisakis, un parassita della famiglia dei nematodi le cui larve, specie se vive, possono scatenare reazioni allergiche anche forti (i sintomi possono essere gastroenterite, reumatismi ed eruzioni cutanee). 

Per quanto riguarda il pesce, nessuna specie e nessuna provenienza può considerarsi al sicuro, né di acqua dolce né di mare. Per i dati oggi a disposizione, sembra che soltanto i salmoni di allevamento difficilmente presentino questo problema. 

In ogni caso, il sistema migliore per uccidere le larve del parassita, diminuendo il rischio di reazioni allergiche, è congelarlo per almeno 96 ore (quattro giorni) sotto i 15°C (il freezer di casa va bene), o cuocerlo a più di 60°C.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...