lunedì 25 giugno 2012

Le fibre, preziose per il nostro intestino!


La fibra fa bene da sempre. La fibra alimentare è costituita da un gruppo di sostanze che non vengono né digerite né assorbite dall’organismo: queste sostanze sono fermentabili, subiscono cioè almeno in parte una trasformazione chimica nel colon, la parte bassa dell’intestino. Per semplicità la fibra si divide in due grandi gruppi.

La fibra insolubile, che ha la capacità, una volta giunta nell’intestino, di assorbire l’acqua, rendendo la massa fecale più morbida e viscosa: in questo modo favorisce l’eliminazione delle feci e la riduzione del transito intestinale. Questo tipo di fibra si trova nei cereali integrali.

La fibra solubile, che a contatto con l’acqua si trasforma in una specie di gel. Non ha un’azione lassativa diretta, ma favorisce la flora batterica nell’intestino e, dunque, aiuta a regolare le sue funzioni. La fibra solubile si trova in frutta, verdura e legumi.

Gli italiani mangiano però troppo poca fibra: in media 21 grammi al giorno. Bisognerebbe sforzarsi di raggiungere circa 30 grammi al giorno (per le donne bastano 25 g) perché gli effetti benefici si manifestino concretamente. Non si tratta di stravolgere completamente le proprie abitudini alimentari, ma di modificarle in qualche aspetto.
Qualche consiglio:

- se non siete abituati a consumare la fibra, meglio introdurla poco alla volta;

- consumate frutta e verdura: cinque porzioni al giorno sarebbero ottimali;

- preferite i cereali integrali rispetto a quelli raffinati; la frutta fresca ai succhi; i legumi alla carne;

- la fibra fa bene nella giusta dose: non esagerate. È importante poi bere molti liquidi: la fibra funziona assorbendo l’acqua. Altrimenti potreste ottenere l’effetto opposto a quello sperato;

- comprate qualche cibo nella versione integrale, scegliendo quello che più vi piace. Ad esempio: una fetta di pan carrè integrale contiene circa 3,5 g di fibra; una fetta bianca 1 g. Idem per i cracker: un pacchetto di quelli raffinati arriva a 1 g; gli integrali circa 4 g. Provate a preparare un piatto di pastasciutta scegliendo 100 g di penne integrali anziché di grano duro: la fibra passerà da 3,7 a 10 g. Biscotti a colazione? Quelli integrali contengono anche 1 g di fibra a pezzo, contro lo 0,1 di uno normale.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...