venerdì 1 giugno 2012

La dieta Dukan: non funziona ed è intossicante!


Articolo ed intervista ad Andrea Ghiselli, tratta da Il Salvagente

Obesità e sovrappeso non sono il risultato di un errore del singolo ma un problema di massa. L’approccio di medici e nutrizionisti sulla questione è cambiato.

Il nostro organismo non affronta più alcun tipo di sforzo fisico o stress termico, non consuma più calorie e quindi ingrassa. Colpevolizzare il singolo, quindi, rischia solo di provocare una serie di patologie psicologiche legate ai disturbi alimentari.

“La dieta è diseducativa. Non bisogna mangiare di meno, ma muoversi di più”, spiega Andrea Ghiselli, primo ricercatore dell’Inran, l’Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione. “Pensare che esista un metodo per dimagrire, come prendere farmaci, utilizzare integratori o mangiare solo alcune cose, è fuorviante, in questo modo si ingrassa di nuovo appena si smette. Tra l’altro eliminare alcuni nutrienti, come i carboidrati, provoca problemi alla salute”. Primo fra tutti la stitichezza: chi cancella dalla tavola i carboidrati, infatti, elimina la fibra e spesso è costretto a compensare ricorrendo ai lassativi, chiarisce il nutrizionista.

“Inoltre, le diete iperproteiche, come la Dukan, provocano all’organismo uno stato di perenne intossicazione, con annesso senso di nausea. Sono tra l’altro sconsigliate a chi soffre di osteoporosi, perché i corpi chetonici che mette in circolo rendono più difficile la calcificazione delle ossa, oltre ad appesantire fegato e reni”. 

Il segreto per sentirsi in forma è sempre lo stesso: seguire una dieta mediterranea equilibrata, con il 55% di fabbisogno calorico proveniente dai carboidrati (cereali e frutta), il 30% dai grassi e il 15% dalle proteine, e muoversi il più possibile.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...