domenica 24 giugno 2012

Il gelato non può sostituire un pasto!


Sostituire il pranzo con un gelato? Dal punto di vista nutrizionale non è il massimo.

Le calorie che fornisce sono insufficienti. In più, non sono nemmeno bilanciate: troppi zuccheri e grassi, niente fibra. Facciamo due conti, prendendo come esempio il fabbisogno calorico di una donna di corporatura media con attività fisica leggera: 2.000 kcal al giorno. In questo quadro, un pranzo dovrebbe fornire circa 600 kcal. Una porzione di gelato confezionato fornisce circa 250 kcal, quindi non copre neanche la metà di quanto dovrebbe fornire il pasto. In cambio, con il suo elevato contenuto in zuccheri (23 g), fornisce la metà circa dell’apporto totale in zuccheri consigliato per l’intera giornata, nell’ambito di una dieta equilibrata (50 g secondo le linee guida italiane).

E lo stesso discorso vale per i grassi saturi: con 10 g il gelato fornisce ben il 50% di quelli che andrebbero assunti ogni giorno. E la fibra? Non ce n’è (quindi il gelato sazia meno).

Se il gelato è più grande (le coppe con panna, per intenderci), sicuramente dal punto di vista calorico sarà più adeguato, ma rimane il fatto che si tratta di un pasto squilibrato. Insomma, fatelo, se volete, ma solo una volta ogni tanto...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...