domenica 17 giugno 2012

Come scegliere un climatizzatore!


Quando si sceglie il climatizzatore, oltre che alle caratteristiche tecniche è bene assicurarsi anche di altri parametri. 

Garanzia. È importante assicurarsi che i venditori rispettino la garanzia europea, che copre per due anni i difetti di conformità (alle caratteristiche dichiarate) del prodotto, e che l’assistenza sia garantita su tutto il territorio italiano. Soprattutto con le marche poco conosciute potrebbe verificarsi l'inconveniente di chiamare il numero verde indicato e accorgersi che l’operatore risponde dall’altra parte del mondo e non è in grado di indicare un tecnico nelle vicinanze del cliente. 

I condizionatori da parete sono monosplit o multisplit. 

Lo split è l’unità interna che emette aria fredda. Un climatizzatore è detto multisplit quando ha più unità interne collegate alla stessa unità esterna, quella che ha il compito di raffreddare l’aria. Questa modalità è comoda perché consente di sistemare gli split in ambienti diversi, ma a parità di potenza complessiva in ogni stanza la capacità di raffreddamento risulta indebolita. A meno di non acquistare un apparecchio più potente, ma anche più costoso e che consuma più energia.

Nel caso si abiti in città particolarmente inquinate, il consiglio è di scegliere un modello con batterie di filtri particolarmente potenti, per depurare in modo più efficace l’aria in ingresso. 

Deumidificazione. Se è vero che un clima molto umido aumenta la percezione di calore sulla pelle, è altrettanto vero che il clima domestico troppo secco può creare fastidio a naso e gola. La situazione ideale prevede un tasso di umidità compreso tra il 40 e il 60%. 

Temperatura. Lo sbalzo tra ambiente esterno e interno non dovrebbe mai superare i 5-6 gradi questo, per evitare effetti collaterali, come colpi di freddo, raffreddori e dolori muscolari. Dunque se fuori il termometro indica 30 gradi, dentro è il caso di non scendere sotto i 24. 

Riguardo all’installazione, è sempre meglio far sistemare l’unità esterna in una zona d’ombra e il più vicino possibile all’unità interna, in modo che ci sia meno dispersione di aria fredda e quindi meno consumo di energia possibile. La manutenzione, è consigliata ogni 2-3 anni.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...